Sintomi dell’ovulazione: come riconoscerli da sola

Riconoscere i sintomi dell’ovulazione è importante se si è in cerca di una gravidanza. Oltre a calcolare i propri giorni fertili con utili strumenti come il nostro calcolatore, riconoscere i piccoli cambiamenti che subisce il nostro corpo durante l’ovulazione ci permette maggiore precisione e più possibilità di concepire.

I sintomi dell’ovulazione

Impariamo a conoscere i sintomi dell’ovulazione, per scoprire quando è il momento giusto per avere rapporti mirati a una gravidanza. Esistono appositi stick acquistabili in farmacia o al supermercato per individuare con più precisione l’arrivo dell’ovulazione, ma gli alti costi non sono da sottovalutare, soprattutto se la gravidanza non arriva “al primo colpo”. Imparando però ad ascoltare e conoscere a fondo il proprio corpo è possibile riconoscere i sintomi dell’ovulazione.

sintomi dell'ovulazione-sintomi-muco-cervicaleIl muco cervicale cambia consistenza

Se avete abbastanza confidenza con il vostro corpo, la prima cosa da fare per scoprire se l’ovulazione è in corso è analizzare il muco cervicale nelle secrezioni vaginali, che in previsione dell’ovulazione cambia lentamente in quantità e consistenza. In assenza di ovulazione in corso, il muco cervicale è praticamente assente e se c’è ha una consistenza appiccicosa, cremosa. Durante i giorni fertili invece è più abbondante, ha una consistenza simile a quella del bianco d’uovo e se preso tra le dita può elasticizzarsi fino a tre/quattro centimetri (vedi foto). Il muco diventa meno acido e più liquido proprio per poter aiutare gli spermatozoi a compiere il loro difficile viaggio verso le tube di Falloppio, dove li aspetta l’ovocita.

La temperatura basale si alza

sintomi dell'ovulazione termometro temperatura basaleDurante l’ovulazione, la temperatura basale comincia ad aumentare, anche se di pochissimo (da 3 a 5 decimi di grado), a causa dell’aumento del progesterone. Subito dopo aumenta considerevolmente, fino all’arrivo delle mestruazioni vere e proprie. Misurare la propria temperatura basale con l’apposito termometro acquistabile in farmacia (un normale termometro con tacche più distanziate per leggere più facilmente le piccole variazioni) è tanto semplice quanto, a volte, stressante. Anche perché la variazione di temperatura a inizio ovulazione (e cioè quando è meglio avere rapporti per poter rimanere incinta) è minima, e non sempre un lieve aumento della temperatura basale è dovuto solo all’ovulazione: anche stress e ritmi sonno-veglia incostanti potrebbero influenzarla, portandovi a conclusioni sbagliate. Quando la temperatura basale si alza considerevolmente, significa che l’ovulazione è ormai passata, quindi è troppo tardi per lavorare a un bebè.

sintomi dell'ovulazione cerviceLa cervice cambia posizione

Durante l’ovulazione, la cervice (il punto di giunzione tra la vagina e l’utero) risulta più morbida al tatto e si sposta più in alto. Inoltre è aperta, per lasciar passare gli spermatozoi (nei giorni non fertili invece è chiusa e protetta da un tappo mucoso per evitare l’ingresso di batteri e proteggerci dalle infezioni). Per rilevare questi cambiamenti però bisogna avere una buona conoscenza del proprio corpo. Dopo esservi lavate accuratamente le mani, accovacciatevi e introducete il dito medio lungo il canale vaginale. In fondo ad esso, verrete fermate dalla cervice, appunto. Se la sentite dura, asciutta e abbastanza vicina, significa che l’ovulazione non è ancora in corso o è già avvenuta. Se la sentite morbida, più lontana del solito, umida e aperta, significa che siete nei vostri giorni più fertili.

sintomi dell'ovulazione senoIl seno diventa più morbido

Poco prima dell’arrivo dell’ovulazione, solitamente il seno si fa più morbido grazie all’aumento degli ormoni che preparano il corpo a una possibile gravidanza. Sintomi dell’ovulazione ormai avvenuta sono dolore e tensione al seno: l’aumento del progesterone stimola l’aumento di sangue nella mammella provocando gonfiore e fastidio che spariranno con l’arrivo del ciclo mestruale.

Dolori simili a quelli mestruali

Tra i sintomi dell’ovulazione in corso, alcune donne annoverano dei lievi dolori, dei crampetti addominali simili a quelli mestruali dovuti però, in questo caso, allo scoppio del follicolo.

Aumento del desiderio sessuale

Poco prima dell’arrivo dell’ovulazione, e cioè quando sarebbe il momento giusto per avere rapporti sessuali mirati a una gravidanza, è molto comune notare un accrescimento del desiderio sessuale. Se la ricerca di un bambino è rilassata e presa con pazienza e leggerezza, l’aumento della libido è uno dei sintomi dell’ovulazione più evidenti (e piacevoli). Se però la caccia alla cicogna diventa per la futura mamma una vera e propria ossessione, tra le conseguenze del forte stress che può provocare può esserci anche un calo del desiderio.