Sesso dopo il parto: quando ricominciare ad avere rapporti

rapporti-dopo-parto

La nascita di un bambino è un momento importantissimo nella vita di una famiglia che cambia per sempre le abitudini dei neo genitori e che, pur riempiendo il cuore di gioia, può mettere in crisi il rapporto di coppia.

Uno dei motivi principali per il quale il rapporto tra la neo mamma e il neo papà può incrinarsi è il sesso. Spesso, dopo la nascita di un figlio, il rapporto con il sesso cambia irrimediabilmente. Per qualche tempo, infatti, una donna potrebbe non sentirsi più tale perché:

  • si sente prima di tutto mamma
  • i suoi pensieri principali sono rivolti alla cura del bambino
  • non si sente più attraente
  • teme di non piacere più al compagno

I rapporti sessuali dopo il parto, inoltre, son vissuti con difficoltà anche perché fanno riaffiorare il ricordo del parto e, soprattutto se quest’ultimo è stato traumatico e accompagnato da un lungo e faticoso travaglio, è normale che si cerchi di rimandare il più possibile l’incontro amoroso. In pratica c’è il timore che il proprio corpo, oltre a risentire ancora degli effetti del parto, non sia ancora “pronto”, e che i rapporti possano causare dolore.

La donna può anche avere un calo del desiderio così come il neo papà che spesso fatica a rielaborare il momento del parto: il ricordo della compagna sofferente e l’aver assistito a tutti i momenti più “crudi” della nascita può condizionare il desiderio sessuale.

Come in tutte le situazioni che comportano un cambiamento radicale, anche dopo la nascita di un figlio, serve tempo e pazienza per abituarsi ai nuovi ritmi di vita. La prima cosa da fare per riappropriarsi della propria vita sessuale è cercare un approccio dolce e tranquillo, cominciando, magari, a ritagliarsi del tempo per coccolarsi con carezze e baci. L’uomo, da parte sua, ha il difficile compito di far sentire la propria compagna nuovamente sexy e attraente corteggiandola come faceva prima della gravidanza. In vista della ripresa dei rapporti sessuali, inoltre, è importante dedicare il tempo giusto ai preliminari. Infine, la diminuita lubrificazione vaginale (presente soprattutto se si sta allattando al seno il proprio bebè) può rendere necessario l’ausilio di gel e creme lubrificanti.

Dopo la nascita del bambino, dunque, è normale astenersi dai rapporti sessuali soprattutto perché l’organismo della donna ha bisogno di riprendersi dalle fatiche del parto. L’astinenza richiesta dai medici, normalmente, oscilla tra le 6 e le 8 settimane.

Tuttavia, molto dipende dal tipo di parto:  le donne che hanno avuto un cesareo, una episiotomia o una lacerazione suturata hanno una probabilità più lenta di ritrovare l’intimità precedente al parto mentre le donne che hanno partorito naturalmente senza conseguenze sul perineo possono riprendere ad avere rapporti sessuali dopo un mese e mezzo.