Regali di Natale: ecco i pericoli più comuni che può nascondere un giocattolo

0,,15936732_303,00

Tutte noi in questo periodo siamo state costrette a vagare per affollati reparti giochi di negozi, supermercati e centri commerciali alla ricerca di regali di Natale per i nostri figli e non solo. E se per i nostri bambini tendiamo a fare una certa attenzione nella scelta del regalo, scegliendo magari di spendere un po’ di più del previsto per avere sempre “il meglio”, capita a tutte di lasciarsi tentare da quei colorati giocattoli scontatissimi e plasticosi per risolvere il problema regalo per il nipotino o per il figlio dei vicini di casa. Non possiamo certo spendere un capitale, no?

Il problema è che alcuni di questi giocattoli coloratissimi ed enormi che fanno tanta “scena” al momento dello spacchettamento, si rivelano poi inadeguati se non pericolosi al momento dell’utilizzo selvaggio che ne fanno i bambini.

Antonio Urbino, Presidente della Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica (SIMEUP), invita i genitori a non lasciarsi tentare dalle super offerte e di acquistare solo giocattoli che rispettino le indicazioni previste dalle normative europee in materia di sicurezza: “Massima attenzione nella scelta da parte dei genitori che deve essere consapevole e responsabile perché spesso i giocattoli nascondono insidie per la salute dei bambini, come anche diversi casi di sequestro testimoniano“.

Basti considerare che i giocattoli sono la seconda categoria ritirata dal commercio dopo i vestiti!

I più pericolosi sono i giocattoli di forma sferica e quelli smontabili in piccoli pezzi che il bambino potrebbe inalare. E se diamo per scontato che le perline non sono certo adatte a un bambino di 18 mesi, a volte ci dimentichiamo che se un peluche non è a norma, il bambino potrebbe facilmente staccarne gli occhi e inalarli/ingoiarli. Pensate che il 40% dei casi di soffocamento sono dovuti all’ingestione di gomme da masticare, monete e…. parti dei giocattoli!

E vogliamo parlare dei giochi alimentati a pile? “Come testimoniano i casi che si registrano nei Pronto Soccorso degli ospedali” rivela Urbino “le pile ‘a bottone’ possono costituire un serio pericolo per la salute dei bambini, non solo e non tanto per il pericolo di soffocamento, ma quanto per le sostanze che sono in grado di provocare danni seri anche in tempi brevi, con complicanze molto gravi come la perforazione dell’esofago, e a volte persino letali”.

ce-marking-logoInsomma, attenzione a quello che mettete nel carrello: acquistate solo giocattoli che rispettino le normative europee di sicurezza e che presentino il marchio CE, e date sempre un’occhiata all’età minima indicata sulla confezione.