Protettiva o permissiva: tu che mamma sei? (VIDEO)

I due tipi di mamma: la protettiva o la permissiva, voi in quale vi riconoscete?

Girate armate di bomboletta spray e proteggete vostro figlio anche dalle foglie che cadono o siete molto permissive e seguite la regola dei 5 secondi (è stato in terra meno di 5 secondi, quindi si può mangiare)? Questo video ci mostra due tipologie di mamme agli antipodi; vedendolo è partita una risata, ma…

Sembra che i bambini abbiano un innato istinto suicida e scelgano come muoversi in base alla maggiore possibilità di farsi del male: devo andare dalla mamma e sono sullo scivolo, posso raggiungerla scivolando e poi alzandomi, oppure cercando di calarmi dall’alto in stile ninja, possibilmente nell’angolo meno visibile ad occhio adulto. A quanto pare sceglieranno la seconda. Ne siete così convinte? Se lasciati a se stessi, sceglieranno davvero la soluzione più “pericolosa” o siamo noi a percepirla come tale e, dunque, a proteggerli anche dalla loro ombra?

Di fronte a queste due mamme mi chiedo: se un bambino cade a terra o si siede su una panchina sporca, o se lo lascio solo per più di un minuto, cosa può davvero capitargli? Malattie? Ospedale? Non vi sto incitando a portarlo in discarica e a lasciare che provi a mettere in bocca tutto ciò che trova, ma mi chiedo da cosa lo stiamo proteggendo e se il pericolo che corre è reale. Ricordo mia mamma ripetermi all’infinito di non raccogliere cose da terra; avrò avuto dieci anni, ero al parco giochi con un bimbo più piccolo, e sotto un albero c’era una siringa. L’insegnamento di mia mamma era stato talmente forte, che d’istinto ho bloccato quel bambino dal toccarla. Quello, era un pericolo reale. Ieri, a una festa di compleanno, un papà mi ha detto di lasciare che il figlio si muovesse tranquillamente sotto ad alcuni sgabelli, anche con il “rischio” che prendesse una piccola zuccata: “così facendo”, mi ha detto, “imparerà che tirandosi su senza guardare, o infilandosi in zone da cui è difficile uscire, potrebbe farsi male”. Questo, secondo me, non è un rischio reale e l’osservazione del papà mi sembra parecchio giusta!

A voi la scelta allora!

Elena Pollastro