Il profumo di bambini accende il cervello delle donne

neonato

Tante volte si spendono migliaia di euro in prodotti per eliminare o coprire l’odore del corpo, ma secondo uno studio di Real Simple, ci sono certi odori – come quello di un neonato – che fanno sorridere.

Lo dice una ricerca che ha messo in luce che il profumo di un bambino migliora l’umore di una donna così come accade quando si mangia cioccolato.
Nello studio, pubblicato su Frontiers in Psychology, i ricercatori hanno analizzato il comportamento di 30 donne, di cui metà aveva da poco partorito, e metà non erano madri.
Ad ognuna di loro è stata data una maglietta di cotone indossata da un neonato per due notti (congelata fino al momento della “sniffata” per preservare il profumo del bambino) ed è stato chiesto loro di annusarla.

Risultato? Il centro di ricompensa del cervello si è improvvisamente acceso.




I ricercatori non erano certi delle sostanze che componevano il profumo, ma, come ha affermato Johan Lundstrom , professore associato presso il Monell Chemical Senses Center di Philadelphia “Pensiamo che si componga di circa 250 sostanze chimiche e crediamo che dia alle mamme la voglia di prendersi cura dei loro bambini“.

In base a questa scoperta, i ricercatori suggeriscono che l’odore del corpo dei neonati potrebbe trasmettere al cervello della donna stimoli tali da motivarla a prendersi cura di un bebè, anche quando il bambino non è suo. Nessuna ricerca è stata invece svolta su come l’ odore colpisca gli uomini.