Non sapevo di essere incinta: come si manifesta il “falso ciclo”

Chi di voi non ha mai esclamato “Ma è impossibile non accorgersene!” guardando il noto programma su Real Time, “Non sapevo di essere Incinta“? Difficile trattenersi, anche perché con tutti i sintomi che dà la gravidanza fin dai primissimi giorni sembra davvero impossibile scoprire di aspettare un bambino solo al momento del parto.

Eppure può succedere. Se per esempio non si è particolarmente in forma, la crescita del pancione si può confondere con un generico aumento di peso. “E la mancanza del ciclo?” chiederete voi. Già, quella.

Forse non tutte sapete che, in realtà, esistono alcuni (seppur non frequenti) casi in cui una donna incinta può avere anche per diversi mesi delle perdite ematiche molto simili a quelle mestruali. Si tratta del cosiddetto falso ciclo.

Riconoscere un falso ciclo non è affatto impresa facile. Ma ecco qualche dritta per aiutarvi a individuarlo:

  • rispetto al ciclo mestruale, il falso ciclo ha un flusso meno intenso
  • il falso ciclo si presenta qualche giorno prima rispetto alla data in cui sono attese le mestruazioni
  • il falso ciclo dura un paio di giorno contro i 4-6 di un normale ciclo mestruale
  • di solito il falso ciclo è accompagnato da un anomalo gonfiore addominale
  • può comparire un leggero dolore al seno

Ma attenzione: se avete avuto un falso ciclo non significa necessariamente che siete incinte. Le cause potrebbero essere diverse: stress, rottura di un capillare o un calo di progesterone per esempio. Per sicurezza fate un test di gravidanza.

Se il test risulta negativo cercate di riposare: significa che il vostro corpo sta subendo un forte stress, dovuto magari a uno stile di vita sbagliato. Se il test di gravidanza risulta positivo prendete un appuntamento per un controllo: le perdite ematiche potrebbero essere sintomo di una problematica legata alla dolce attesa. In generale, però, non allarmatevi in caso di falso ciclo entro il primo trimestre di gravidanza; dal quarto mese in poi, invece, recatevi immediatamente dal vostro medico in caso di perdite di sangue, potrebbe trattarsi di un aborto spontaneo.