Melissa Satta incinta e spaventata: meglio che il bimbo stia con mia madre

satta-boateng-figlio-tedesco-645

Melissa Satta ha rivelato a Diva e Donna le sue paure da quasi-mamma. Che questo bambino fosse stato o meno cercato non ci è dato saperlo, ma non importa, perché la stessa ex-velina riconosce che in ogni caso non ci sarebbe mai stato nella sua vita il momento giusto per avere un figlio.

Secondo me il momento giusto non esiste, se ti metti a fare mille ragionamenti ti perdi. Quello di cui bisogna essere consapevoli è che a livello lavorativo dovrai un po’ rallentare ma alla fine sarà solo per un periodo. A dire la verità fino a poche settimane fa non mi sono neppure accorta di essere incinta.

Innamoratissima del suo Kevin Price Boateng per il quale ha deciso di trasferirsi e partorire in Germania, Melissa non ha molta fiducia sul suo senso materno e ammette che, almeno nei primi mesi di vita del bebè, preferirebbe avere vicino sua madre.

Secondo me è meglio se il bimbo all’inizio sta con mia madre piuttosto che con me … Soprattutto quando dovrò preparare le pappine. Io non so bene che cosa si deve fare …

Non che le altre siano “nate mamme”, in fondo mamma si diventa. La Satta non è solo preoccupata per la sua normale imbranataggine ma anche per quel senso materno che ancora sembra non arrivare. Per fortuna la 28enne è consapevole del fatto che non tutte le donne cominciano ad amare follemente il proprio pargolo durante la gravidanza e che in alcuni casi l’amore arriva… dopo.

Ammetto che ogni tanto ho un po’ di paura, ma poi penso che ce l’hanno fatta tutte: anzi, sono sicura che non appena lo vedrò, verrà fuori tutto il senso materno che è in me.

L’ex velina dovrà affrontare le ultime settimane di gravidanza (dovrebbe mancare circa un mese) e il parto in un paese straniero, ma sembra trovarsi a suo agio nella splendida Germania.

Lo scorso settembre ho iniziato a prepararmi psicologicamente al freddo che avrei sofferto nel Nord della Germania: invece le temperature sono come a Milano e, come in Italia, non ha fatto tanto freddo quest’anno. Per quanto riguarda la città la trovo bellissima e molto pulita, tutti parlano bene l’inglese quindi, anche se di tedesco non parlo una parola, riesco a fare la spesa, andare nei negozi e in farmacia se mi serve qualcosa.