Mamma dopo i 33 anni? Vivrai di più, lo dice uno studio americano

Mother cuddling with her infantMamma dopo i 33 anni? Secondo un studio americano pubblicato sulla rivista Menopause chi diventa mamma dopo i 33 anni sarebbe più longeva di chi mette al mondo l’ultimo figlio prima dei 30 anni.

La ricerca, condotta presso l’Università di Boston, ha studiato la vita di 311 donne morte morte non prima dei 95 anni e di 151 donne morte prima di quell’età.

Lo studio, condotto da Thomas Perls, aveva lo scopo di individuare i componenti di farmaci in grado di rallentare il processo di invecchiamento. Lo studioso ha raccontato al Washington Post che i geni che permettono ad una donna di diventare madre dopo i 33 anni svolgono anche un ruolo importante nel rallentare il processo di invecchiamento e di combattere malattie legate all’età, come malattie cardiache, ictus, diabete e cancro.

Ma se i risultati di questo studio potrebbero spingere qualche aspirante mamma a ritardare di qualche anno il concepimento di un bambino per “assicurarsi” una vita più lunga, in realtà è lo stesso Perls a sconsigliarlo.

Come ci tiene a precisare lo studioso, infatti, lo studio non si è concentrato sugli eventuali problemi congeniti che potrebbero aver colpito i figli delle 311 mamme over 33 analizzate. Anzi, numerosi studi dimostrano che diventare mamme dopo i 30 anni comporta statisticamente maggiori rischi per il bebè.

Insomma, se avete intenzione di diventare mamme (ma anche bismamme, trismamme e in generale pluri-mamme) non rimandate il vostro bel progetto troppo a lungo. Prima è meglio è!