La prima visita dal pediatra: quando farla, come si svolge, quanto costa

Close-up of a newbornDopo aver portato a casa il bambino, il neonato dovrà essere visitato il prima possibile dal pediatra di fiducia che lo terrà in cura. Subito dopo la nascita del piccolo, dunque, è necessario scegliere il pediatra che dovrà conoscerlo subito dopo le dimissioni dall’ospedale, entro le prime due settimane di vita. Il pediatra cura la salute dai bambini da 0 a 14 anni ma al compimento del sesto anno d’età i genitori possono scegliere di far seguire il bambino dal medico di famiglia.

La prima visita serve ai genitori per conoscere il pediatra e al pediatra per conoscere il bambino. Il primo incontro con il pediatra consiste in un colloquio più o meno approfondito in base alle informazione che il medico chiederà per avere un quadro generale sulle condizioni di salute del piccolo. Il neonato, poi, verrà sottoposto ad una serie di controlli specifici come:

  • lunghezza e circonferenza cranica del bambino
  • controllo dei riflessi
  • controllo della vista
  • controllo dell’udito
  • controllo dell’addome e dei genitali
  • controllo delle articolazioni delle anche
  • lo stato delle fontanelle e del cordone ombelicale
  • controllo del cuore e dei polmoni

Nel caso in cui il pediatra dovesse riscontrare delle anomali, prescriverà esami più approfonditi.

Durante la prima visita, i genitori potranno rivolgere al dottore tutte le domande ed esprimere tutti i dubbi (qui qualche consiglio su cosa chiedergli alla prima visita). Il pediatra, inoltre, provvederà a fissare un secondo appuntamento durante il quale provvederà a misurare l’altezza e il peso della bambino e che di solito avviene dopo quattro settimane.

Rivolgendosi a un pediatra iscritto agli elenchi presso l’anagrafe dell’ASL, la visita è assolutamente gratuita.

E’ importante, inoltre, che i genitori annotino i giorni di apertura dello studio medico e il numero di cellulare del pediatra per qualsiasi evenienza. Al di fuori degli orari di ambulatorio, qualora dovesse sorgere un problema, i genitori possono chiamare il pediatra di fiducia il quale ha il diritto di valutare l’effettiva necessità delle visite a domicilio che vanno garantite in giornata se la richiesta perviene entro le ore 10 dal lunedì al venerdì, entro le ore 12 del giorno successivo se la richiesta arriva dopo le ore 10. In caso di emergenza, comunque, i genitori potranno rivolgersi alla guardia medica.

Le prestazioni gratuite del pediatra di famiglia sono:

  • visite ambulatoriali e domiciliari a scopo diagnostico e terapeutico;
  • prescrizioni di farmaci, visite e prestazioni specialistiche, richieste di ricovero e cure termali;
  • certificati di malattia del lavoratore o dei figli;
  • certificazioni obbligatorie per legge ai fini della riammissione all’asilo nido, alla scuola materna, alla scuola dell’obbligo e alle scuole secondarie superiori;
  • certificazioni per lo svolgimento di attività sportive non agonistiche organizzate dagli Organi Scolastici, nell’ambito delle attività parascolastiche, se formalmente richieste dall’autorità scolastica;

Le prestazioni a pagamento sono:

  • visite ambulatoriali e domiciliari richieste ed eseguite nei giorni e negli orari coperti dal Servizio di Continuità Assistenziale;
  • visite per coloro che si trovano occasionalmente fuori dal proprio comune di residenza;
  • certificati scolastici e sportivi (esclusi quelli espressamente previsti come gratuiti);
  • certificati per domanda di invalidità;
  • certificati per l’invio in soggiorno climatico o in colonia;
  • certificati ad uso assicurativo;
  • certificato di non contagiosità per gli addetti alle industrie alimentari
  • ogni altra certificazione non prevista come gratuita

Le tariffe sono stabile in modo autonomo dal medico. Se ci si rivolge ad un medico di base diverso dal proprio, si è tenuti a corrispondere € 15 circa per una visita ambulatoriale e € 25 circa per una visita a domicilio. Un pediatra privato, invece, può richiedere dalle 50 alle 100 euro per una visita ambulatoriale e fino a 140 euro per una visita a domicilio.