Gravidanza: i rischi aumentano già dopo i 30 anni

pregnancy21

Chi è rimasta incinta del suo primo bambino dopo i 30 anni si è stupita (se non offesa) nel sentisi definire dai medici “primipara attempata“.  Niente paura, si tratta di un termine scientifico che non ha niente a che fare con quel primo capello bianco che strappate disgustate. A 30 anni siete ancora delle signorine!

Non per i ginecologi, però, che tendono ad “alzare le antenne” quando nel loro studio si presenta una donna alla sua prima gravidanza che abbia superato i 30.  Già perché sembra che passata quell’età, una primipara vada incontro a rischi maggiori in gravidanza rispetto a una ventenne. Un recentissimo studio condotto su un milione di donne dal Karolinska Institut e pubblicato dalla rivista Obstetrics and Gynecology lo conferma: dopo i 30 anni il rischio di parto pretermine e di altre complicazioni aumenta.

Per una singola persona il rischio aumenta molto poco” hanno dichiarato gli studiosi “ma a livello di una popolazione si traduce in una serie di parti difficili causati solo dall’età della mamma. Tra gli altri fattori di rischio che hanno effetto anche a 30 anni ci sono l’alcol e il fumo, le cui conseguenze sono paragonabili a quelle che hanno tra 35 e 39“.

Ma questi sono solo i primi risultati. Lo studio continuerà infatti su un nuovo campione di ben 2,5 milioni di donne per determinare se un’età “avanzata” possa avere effetti anche sulle gravidanza successive alla prima.