Gravidanza: maschio o femmina? Come indovinare il sesso del nascituro

maschio o femmina

Nel tentativo di trovare risposte che ancora la scienza non dava, nel passato, popoli e genitori si sono ingegnati per scoprire in anticipo il sesso del futuro nascituro. Per i mamma e papà che ancora oggi, nonostante la scienza offra ormai le risposte, non vogliono sapere in anticipo il sesso del nascituro le credenze popolari continuano ad essere un simpatico modo per interrogarsi sull’argomento. Non ne mancano infatti di bizzarre e particolari.


Alcune credenze tramandano che il sesso del nascituro dipende dal tempo del suo concepimento. La luna, fin dall’antichità specchio astrale della complessa natura femminile, sembrerebbe dirci qualcosa sui periodi di fertilità, ma anche sul sesso del bambino. La statistica astrologica racconta che la probabilità di avere un maschio oppure una femmina dipende dalla posizione in cui si trova la Luna al momento del concepimento. Sul tempo elabora i suoi calcoli anche il calendario cinese. Cinesi, come Maya, leggono le regolarità del tempo e dei cicli astrali come segnali di predizione efficaci.

Più popolari e meno antiche, le teorie più gettonate interessano la pancia, unico scudo che nasconde il nascituro dagli occhi curiosi degli esterni. Ed ecco quindi le varie credenze: se a punta sarà maschio, se tonda sarà femmina, o ancora, se il bambino predilige stare sulla sinistra sarà maschio, se invece i movimenti vengono dalla parte destra della pancia sarà una femmina.

Le femmine in arrivo renderebbero la mamma ghiotta di latticini, mentre l’attesa del maschietto si accompagna a grandi scorpacciate di carne. Tradizione vuole che se uno di questi desideri non viene soddisfatto la mamma deve evitare di toccarsi il viso, la voglia di quel cibo, infatti, rimarrebbe altrimenti per sempre indelebile anche nel viso del nascituro, maschio o femmina che sia.

A queste suggestioni il British Medical Journal ha risposto con uno studio del 2005 che, pur avendo fondamenti scientifici, ha il sapore delle tradizioni popolari: la probabilità di avere un figlio maschio aumenta se il concepimento avviene in prossimità delle mestruazioni. Gli spermatozoi che portano il cromosoma Y, infatti, sono nuotatori più veloci, mentre i nuotatori della X sono più resistenti. Provare per credere.

Daniela Pianezzi