Ciao mamme intervista Francesco Uccello di “Mo te lo spiego a papà”

Senza titolo

Per la nostra rubrica Ciao Mamme (blogger) abbiamo intervistato tante mamme blogger che condividono la propria vita e la propria esperienza con i genitori che navigano in rete. Questa volta però, abbiamo il piacere di ospitare un papà blogger, e che papà! Lui è Francesco Uccello, autore del divertentissimo blog Mo te lo spiego a papà!

Partiamo dall’inizio: come è nata l’idea di aprire un blog?
Mo te lo spiego a papà nasce da una risposta di mia moglie, MPS (Mia Principessa Stefania), ai bambini che la tempestavano di domande e richieste mentre lei era indaffarata a fare altro: “Andate da papà che ve lo spiega lui”. E’ stato bello riprendere questo modo di dire e dedicargli il blog ed poi anche il libro. Il blog è il punto di vista di un papà alle prese con i propri figli, con le loro richieste, con i loro capricci, ma è anche una terapia visto che a volte le situazioni sono davvero stressanti.

Dove e a chi vuoi arrivare scrivendo sul tuo blog?
Il blog si rivolge a tutti perché ciò che accade in famiglia è lo spunto per parlare di tante cose, di spiegare quello che accade fuori e di fare una riflessione profonda. Vorrei che il blog arrivasse al cuore delle persone e contemporaneamente al loro sorriso perché Mo te lo spiego a papà è un modo divertente di rivolgersi ai grandi parlando con i bambini.

Quanto tempo dedichi al tuo blog durante la settimana?
Quotidianamente scrivo e pubblico un paio di post a settimana, ma poi c’è la cura delle pagine social di Mo te lo spiego a papà per cui ci dedico molto tempo.

Hai mai pensato di mollare?
Sì, perché il blog è molto impegnativo. Se non sei costante le persone non ti leggono più e ti abbandonano. Quindi devi scrivere anche quando non ne hai voglia o non hai stimoli interessanti.

Hai inserito inserzioni o post sponsorizzati?
Sì, da poco, ma solo post sponsorizzati.

Riesci a vivere di questo?
Assolutamente no, ma ci provo. Il mio è un blog e non un sito di settore per cui non ci sono tante pagine da visitare o consigli da spulciare. Fare migliaia di visualizzazioni non è facile per cui per ora i post sponsorizzati non sono molti, ma in ogni caso per vivere di questo bisogna trovare degli sponsor che diano valore al blog, allo stile e al punto di vista.

Cosa ne pensa la tua famiglia del tuo blog?
La rete ti porta via molto tempo sia per la scrittura del blog, sia per animare la parte social. I bambini sono contenti quando gli dico che sto scrivendo delle storie in cui loro sono i protagonisti, mentre mia moglie (MPS) crede fortemente in me anche se la sera la lascio spesso da sola sul divano mentre io scrivo. Il vantaggio della rete è che puoi postare una foto, un link o un pensiero in qualsiasi luogo o momento, ma sicuramente ti distrae da quello che stai facendo. Bisogna alternare ed equilibrare. Non è facile, ma in questa sfida so che mia moglie è la mia prima fan e vederla rileggere il libro di Mo te lo spiego a papà ogni quindici giorni è una gioia grandissima. Ah sì perché non te l’ho detto, ma dal blog ne è uscito anche un libro omonimo edito da TEA dove puoi leggere il racconto di un papà alle prese con i figli, con i dubbi e con l’amore.

Qual è il post più letto in assoluto?
Non ci credo neanche io, giuro, ma è un post delle Interviste Impossibili, quello a papà-Hulk!

Qual è il post che vorresti fosse il più letto?
Quello dei motivi per cui i miei figli non mi stanno simpatici.

Commenti negativi: come ti comporti? Li blocchi, li pubblichi, li ignori, rispondi per le rime?
In genere rispondo e non li censuro a meno che non siano offensivi e volgari. Provo a dire la mia…e poi mica possiamo essere sempre d’accordo con tutti?

Per finire, dai alle nostre lettrici 3 buoni motivi per leggerti!
Il blog ed il libro sono divertenti, ricchi di contenuto e soprattutto sono un viaggio nella testa di un papà.

BLOG: www.motelospiegoapapa.it
FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Mo-te-lo-spiego-a-pap%C3%A0-wwwmotelospiegoapapait/220262194669134
TWITTER: https://twitter.com/motelospiego
GOOGLE+: https://plus.google.com/115087738635466092595/posts?hl=it