Ciao mamme (blogger): intervista a Raffaella de “Il mondo dei bimbi”

Senza titolo copia

Per la nostra rubrica CiaoMamme (blogger) oggi intervistiamo Raffaella Tarassi, autrice del blog Il mondo dei bimbi.

Partiamo dall’inizio: come è nata l’idea di aprire un blog?
Come moltissime neo mamme, quando sono rimasta incinta del mio primo figlio, Alessandro, ho cominciato a documentarmi e ho scoperto un mondo fantastico di articoli per bambini, da qui il nome del blog ilmondodeibimbi. Inoltre, da diversi anni abito all’estero, in Lussemburgo, qui c’è una cultura legata all’infanzia decisamente ricca e molto più attenta di quella italiana a temi come il rispetto per l’ambiente, l’utilizzo di materiali di origine naturale o riciclati, una cartella colori che non si limita al rosa e all’azzurrino… L’idea di creare un blog è nata chiacchierando con due amiche italiane anche loro in dolce attesa, incuriosite da questa nuova realtà; inoltre ero molto interessata a capire cosa significasse costruire e far vivere un blog, per cui tra una poppata e un pannolino ho deciso di occupare così parte del mio tempo. Tra l’altro di lavoro faccio la buyer per cui mi piace proprio andare a scovare cose originali e uniche!

Dove e a chi vuoi arrivare scrivendo sul tuo blog?
Il blog é indirizzato principalmente a mamme di bimbi della stessa età dei miei, diciamo 0-5 anni, per capirci quelli che gli inglesi chiamano toddler, ma tra i miei lettori ci sono anche moltissime nonne. Le persone che mi seguono cercano soprattutto idee divertenti per stupire i propri bimbi, anche perché la mia passione sono i giocattoli, per cui scrivo soprattutto di quelli. Mi piace pensare al blog come a una chiacchierata tra amiche al bar.

Quanto tempo dedichi al tuo blog durante la settimana?
Bisognerebbe ribaltare la domanda e chiedere ai miei figli “quanto tempo lasciate alla mamma per occuparsi del blog?”. A parte gli scherzi, il tempo é molto variabile, all’inizio cercavo di scrivere ogni giorno qualcosa, ora preferisco invece limitare il numero di post settimanali e prediligere la qualità. Per quanto riguarda, invece, controllo mail e social, commenti sugli altri blog… Ogni giorno e piuttosto di frequente visto che sono in pieno allattamento del mio secondo bimbo, Filippo. Ogni tanto mi chiedo cosa facevano le donne senza un tablet o uno smartphone mentre allattavano. Sto rispondendo a questa intervista al nido, Alessandro dorme ancora, ho appena finito di allattare Filippo che si è finalmente addormentato pure lui :))

Hai mai pensato di mollare?
Mollare no! Anzi mi rattristo se per diversi giorni non riesco a trovare un momento per scrivere, per me é una valvola di sfogo importantissima e soprattutto fonte di soddisfazioni: salto letteralmente di gioia quando mi arriva una mail che mi avvisa che una persona a iniziato a seguirmi.

Hai inserito inserzioni o post sponsorizzati?
Da poco ho inserito i loghi di due boutique online (a breve ne arriverà un terzo) che seguo e che portano avanti la mia stessa filosofia. Da loro non guadagno nulla in termini monetari, siamo d’accordo che quando pubblico un post con un prodotto che loro hanno in assortimento, cito e inserisco il link. Quindi loro pubblicano il mio post sui loro social. L’idea é quella di fornire ai miei lettori un indirizzò dove acquistare l’articolo di cui ho parlato e un negozio online valido.
Ho pubblicato poi alcuni post con test prodotto, divertentissimi!!!!

Cosa ne pensa la tua famiglia del blog?
Non riesco proprio a ricordare dove ho visto o letto questa scenetta… un evento per mamme blogger in cui si vedevano tante mamme gasatissime e attentissime alle diverse presentazioni e i rispettivi mariti che dormivano o che, secondo l’autrice, si chiedevano quando tutto questo avrebbe portato qualcosa alle casse famigliari. Questa scenetta mi fece tanto sorridere, mio marito è controllore di gestione per cui ha una deformazione professionale che lo porta a monetizzare qualsiasi cosa. A parte gli scherzi ogni tanto quando siamo in giro per negozi mi dice “guarda che carino, potresti scrivere di questo”, o se no a volte scopro grazie alle statistiche per paese di wordpress che è andato a leggere. Settimana scorsa, ad esempio, era a Singapore per lavoro, mi ha fatto tanto piacere sapere che ha trovato qualche minuto anche per venire a curiosare.
I miei genitori sono i miei primi fan, sono iscritti a tutti i social e mi fanno un sacco di pubblicità (grazie mille mamma e papà ;)); mia sorella ha da poco finito il dottorato in scienze della comunicazione, ogni tanto mi parla di teorie assurde che il più delle volte non capisco e per un master che ha organizzato, ha usato ilmondodeibimbi per far fare esercizio a suoi studenti (non ho idea cosa ne sia venuto fuori). E poi ci sono i miei due bimbi che sono la principale fonte di ispirazione, una cosa che infatti che credo mi manchi è il punto di vista di una bimba, gli articoli che propongo sono principalmente maschili. Ciascuno a modo suo credo che ogni persona della mia famiglia mi appoggi e questo mi riempie di gioia!

Qual è il post più letto in assoluto?
Credo sia quello di Villa Carton, un test prodotto. E mi fa piacere perché è stato uno dei più divertenti da scrivere. Villa carton è uno studio di design olandese che mi ha contattato via Twitter chiedendomi se ero interessata a ricevere un castello di cartone da costruire per poi farci un articolo, ovviamente ho accettato! É stato bellissimo montarlo con Alessandro che avrà avuto 10 mesi, Filippo ancora in pancia e mio marito che si é improvvisato fotografo. Ora il castello troneggia in salotto.

Qual è il post che vorresti fosse il più letto?
Ogni post per me è importante, cerco di scovare storie belle e prodotti che sappiano emozionare. Un post che ha ricevuto un certo numero di visite, ma che avrei voluto ne avesse di più é quello che ho dedicato alla raccolta firme per assegnare l’Ambrogino d’oro a Paola Bonzi, la fondatrice e responsabile del centro aiuto alla vita della Mangiagalli di Milano. Sono anche molto importanti i post in cui intervisto mamme e papà che con la nascita del loro bimbo si sono re inventati e hanno dato vita a un’attività professionale. Mi piace il lavoro di squadra che si instaura e soprattutto mi piace dare spazio a esempi positivi in questo momento socio politico un po’ buio.

Commenti negativi: come ti comporti? Li blocchi, li pubblichi, li ignori, rispondi per le rime?
Per fortuna non ho ancora ricevuto commenti negativi. Sicuramente li pubblicherei e risponderei al mio lettore. Un commento anche se negativo, implica dell’interesse, l’indifferenza é decisamente peggio!

Per finire, dai alle nostre lettrici 3 buoni motivi per leggerti 😉
Beh innanzitutto Natale è alle porte e si sa la frase più frequente di questo periodo è “non so proprio cosa regalargli”, ne ilmondodeibimbi spero che troverete tante idee carine, divertenti e originali. Secondo punto… Finalmente anche in Italia sta cominciando a diffondersi una cultura legata all’infanzia, molto più attenta a temi come il rispetto per l’ambiente, l’artigianato … l’idea di creare giochi o soluzioni d’arredo veramente adatte alle diverse fasi di crescita del bambino, in grado di sviluppare la creatività ed educare al bello. Sono fiera di sostenere questa nuova corrente di pensiero e sono onorata ogni volta che un nuovo lettore decide di seguirmi! Purtroppo il peso dei colossi che dominano il mercato è ancora importante e parlare di design per bambini rimanda a qualcosa di elitario, ma poco a poco le cose cambieranno, ne sono sicura! E per finire un invito alle lettrici di CiaoMamme.it che hanno messo su una piccola attività in proprio dedicata ai più piccoli, se desiderate raccontare la vostra avventura, sarò felicissima di condividerla con i miei lettori. Possiamo studiare insieme sotto che forma, cosa mettere in primo piano… insomma sono a disposizione!

BLOG: http://ilmondodeibimbi.wordpress.com
FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Ilmondodeibimbi/474305675936459
TWITTER: https://twitter.com/ilmondodeibimbi