Ciao Mamme (blogger): intervista a Elena di Worldwidemom

Senza titolo copia

Per la rubrica Ciao Mamme (blogger) oggi intervistiamo Elena, autrice del blog Worldwidemom.

Partiamo dall’inizio: come è nata l’idea di aprire un blog?
Inizialmente avevo deciso di aprire un blog dove mettere tutte le informazioni utili che avevo trovato e le scoperte che avevo fatto da espatriata a New York con un bambino. Per trovare informazioni per me stessa che potessero aiutarmi ho fatto molta molta fatica e quindi ho subito pensato di pubblicare tutto ciò che poteva essere utili a mamme come me in visita a New York o in trasferta. Poi il mio blog avuto diverse trasformazioni da quando è nato nel 2007 ed ora è un po’ diario di una mamma expat, un po’ raccoglitore delle mie passioni e album delle mie feste!

Dove e a chi vuoi arrivare scrivendo sul tuo blog?
Non voglio arrivare da nessuna parte in realtà. Non scrivo con molta costanza ma sicuramente scrivo con passione e di ciò che mi capita e ciò che mi appassiona. Scrivo di getto e spesso male. A volte ci metto 5 minuti per scrivere un post su me stessa senza prendere fiato e a volte ci passo due giorni perchè magari mi documento su un certo tema, colleziono immagini, oppure scrivo un tutorial…Insomma mi rendo conto che il mio pubblico a volte possa sentirtsi ubriaco da tutti questi generi confusi ma la mia testa e il mio cuore sono pieni di idee…idee che vogliono comunicare a chi ha voglia di ascoltare!

Quanto tempo dedichi al tuo blog durante la settimana?
Il tempo varia anche a seconda del lavoro. Cerco mediamente di scrivere 2 o 3 post alla settimana. A volte non ne scrivo affatto perchè non ho tempo. Vorrei essere più costante ma ormai in tutti questi anni anni ho capito che tanto non ce la faccio… Vado a momenti.

Hai mai pensato di mollare?
Una volta sola. Il gruppo di mamme blogger che ho conosciuto e con le quali ho iniziato a piano piano mollato e io mi sono sentita persa. Inoltre ero in fase di forte cambiamento di vita e non sapevo proprio cosa scrivere, non avevo voglia. In quel periodo poi sono passata dall’anonimato al pubblicare tutti i nomi e a presentarmi con tanto di foto. Sono “maturata” e cambiata anche sul blog. In fondo è il mio diario. Il mio specchio.

Hai inserito inserzioni o post sponsorizzati?
Ho provato per un breve periodo. Ho fatto 6 mesi con delle inserzioni tramite un’agenzia americana e poi avevo degli sponsor. Ho scritto 3 post in tutto sponsorizzati ma non mi sento a mio agio a farlo e quindi ho deciso di togliere tutto banner, sponsor e di fare solo post sponsorizzati che davvero mi interessano e che sono inerenti al campo delle feste.

Cosa ne pensa la tua famiglia del tuo blog?
Ormai sono tanti anni e dopo essere stata pubblicata su qualche rivista, mi pensano una “star”! Scherzi a parte… mi seguono. Soprattutto mia madre, la mia fan numero uno! Mia sorella invece si è auto proclamata la mia press manager e mi aiuta soprattutto con la mia attività di party designer a promuovere il blog.

Qual è il post più letto in assoluto?
Il post che si intitola Sono (diventata) una mamma urlatrice. E’ diventato uno sfogo per molte mamme in crisi… L’avevo scritto in un momento difficile e ho scritto di getto un post sul fatto che ero troppo stanca per gestire i bambini e di conseguenza urlavo sempre. Sono momenti, ma ho tante altre mamme che mi scrivono e che si trovano nella stessa situazione. Succede a tutte!

Qual è il post che vorresti fosse il più letto?
Non saprei… forse quello che parla della malattia di mio padre, l’Alzheimer per sensibilizzare ma anche per trovare altre persone nella mia situazione con la quale confrontarmi.

Commenti negativi: come ti comporti? Li blocchi, li pubblichi, li ignori, rispondi per le rime?
Non ho avuto tanti commenti negativi. Di solito rispondo sempre in modo molto educato. Naturalmente dipende dal tipo di commento e dal tipo di tema. Ho avuto commenti piuttosto imabrazzanti quando ho scritto dei matrimoni gay qui in California. A me piace il confronte, lo scambio di opinioni. Non la maleducazione, ma per fortuna non mi è quasi mai capitato.

Per finire, dai alle nostre lettrici 3 buoni motivi per leggerti.
– Scrivo cose divertenti sulla mia vita strampalata da espatriata in perenne trasloco.
– Ho un sacco di decorazioni e cose gratuite da stampare per le feste.
– Mi piace parlare di feste, di addobbi, di decorazioni e di design. Se ti piacciono queste cose, non puoi non fare un saltino da me!

BLOG: www.worldwidemom.com
FACEBOOK: www.facebook.com/wwparty
TWITTER: https://twitter.com/worldwidemom
INSTAGRAM: http://instagram.com/worldwideparty#