Bonus Bebè: 80 euro basteranno? L’opinione dei neonatologi

L’altro giorno vi abbiamo parlato del bonus bebè da 80 euro al mese per mamme e papà del 2015 annunciato da Renzi nel corso di un’intervista a Domenica Live con Barbara D’Urso.

La notizia non è stata accolta da tutti positivamente: tra le mamme in dolce attesa la cui DPP è prevista per dicembre che si lamentavano del fatto che, per pochi giorni, non avrebbero potuto usufruire del bonus, quelle che si chiedevano dalle casse di quali altri servizi sarebbero stati prelevati i soldi necessari a questo sussidio, e quelle che facevano notare che 80 euro oggi non bastano nemmeno per i pannolini, le polemiche non si sono fatte attendere.

Ma cosa ne pensano i neonatologi della SIN (Società Italiana di Neonatologia) di questa iniziativa?

È un primo passo concreto per sostenere le famiglie e i nuovi nati su cui non possiamo non essere d’accordo – ha dichiarato il Presidente della SIN Costantino Romagnoli – In passato, purtroppo le risorse destinate al miglioramento del servizio sanitario per l’assistenza neonatale, le strutture ospedaliere o l’acquisto di strumenti non sono quasi mai state utilizzate in modo adeguato o sono state spese male, con la complicità della politica. Questo bonus, così com’è successo per il precedente, andrebbe direttamente alle famiglie”.

80-90 euro al mese sono una cifra significativa per una famiglia monoreddito (7-8% dell’entrata mensile) – continua Romagnoli – ma anche in cui lavorano entrambi i coniugi, ma con redditi bassi e servono a coprire le spese di acquisto di pannolini o generi di prima necessità, come prodotti per l’alimentazione o la salute. Ci auguriamo che ne possano beneficiare tutti”.

E voi cosa ne pensate?