Benessere delle madri nel mondo: l’Italia in classifica

cover2Madri e benessere a volte sembrano essere mondi un po’ distanti; conoscete il rapporto di Save the Children sullo Stato delle madri nel Mondo? È una classifica dei Paesi che assicurano il maggior benessere a mamme e bambini. Durante la 15° edizione del rapporto è emerso che il paese migliore per una mamma è il Nord Europa: in testa ci sono infatti Finlandia, Norvegia e Svezia.
La classifica viene stilata tenendo in considerazione diversi indicatori: benessere dei bambini e tasso di mortalità entro i 5 anni, salute materna e rischio di morte per parto, grado di istruzione, condizioni economiche e Pil procapite e presenza di donne al governo.
Sembra che il benessere diminuisca a mano a mano che “scendiamo” di latitudine, infatti
 la top ten di Save the Children comprende Islanda, Paesi Bassi, Danimarca, Spagna, Germania, Australia e Belgio.

In fondo alla classifica troviamo i paesi dell’Africa sub-sahariana, con un podio negativo occupato da Repubblica Democratica del Congo, Niger e Mali. Chiude la classifica la Somalia, al 178° posto. Giusto per capire qualcosa di questi dati, possiamo dire che in Islanda 1 su 435 bambini rischia di morire prima dei 5 anni, mentre in Sierra Leone il numero è di 1 su 5.
A tutto questo si aggiungono le crisi umanitarie, guerre o calamità naturali che siano; per una persona che perde la vita in guerra, ce ne sono da 3 a 15 che non sopravvivono a malattie, malnutrizione, complicazioni mediche. 
Se invece parliamo di catastrofi naturali, è sotto gli occhi di tutti che queste colpiscano prevalentemente paesi in via di sviluppo, mettendo a rischio più le donne e i bambini rispetto agli uomini.

Il benessere in Italia?

Ma le buone notizie non mancano e immaginiamo vi stiate chiedendo “E l’Italia dov’é?” Fortunatamente scala la classifica, passando dal 17° posto della scorsa edizione all’11° di quest’anno!
Felici di questo risultato, vi riportiamo i motivi che hanno permesso all’Italia di risalire.
In primis possiamo affermare che le mamme e i bambini italiani godono di buona salute, il tasso di mortalità femminile legato a complicanzioni nel parto e gravidanza è di 1 ogni 20.300, mentre la mortalità infantile si attesta a 3,8 ogni 1.000 nati vivi.
Da non sottovalutare poi l’aumento delle donne al governo, il cui numero è aumentato dal 20,6% al 30,6%.
Per la Festa della mamma, Save the Children ha messo a disposizione una lista dei desideri, in cui è possibile scegliere di dare il proprio contributo a diversi progetti portati avanti dall’Organizzazione. La lista è sempre attiva e ci sembra carina anche la possibilità di registrare un videomessaggio da inviare insieme alla cartolina elettronica o cartacea che verrà inviata alla mamma a cui è destinato il regalo.
Elena Pollastro