Al mare col bebè: come proteggere i neonati da sole e caldo

42-23617085-È già tempo d’estate e anche se manca poco all’inizio ufficiale della stagione le spiagge di buona parte dell’Italia (qui le 83 consigliate dai pediatri) sono già affollate e c’è già chi sfoggia un’abbronzatura invidiabile da estate inoltrata. Il caldo che continua ad aumentare porta a dover adottare contromisure per preservare la salute, specialmente quando ci si trova a doversi preoccupare del proprio bambino.

I bambini piccoli, soprattutto i neonati, sono particolarmente soggetti per via della loro delicatezza, a correre rischi e pericoli comportati dal caldo dei mesi estivi, ma fortunatamente sono sufficienti pochi accorgimenti per permettere anche al piccolo di casa di potersi godere l’estate e il tempo del mare.

Per fugare ogni dubbio che i neo genitori si possano porre, è intervenuta anche la Società Italiana di Neonatologia tramite il suo sito neonatologia.it, per sfatare il falso mito che i neonati non possano andare in località come mare o montagna durante l’estate, dando una serie di consigli ripresi anche dai principali organi di stampa nazionali in una sorta di vademecum dell’estate per il proprio neonato.

Il bambino può tranquillamente andare in spiaggia, sarà sufficiente creare un ambiente climatico idoneo alla sua presenza, evitando di esporlo direttamente ai raggi solari e stazionando in un punto dove si possa trovare una regolare ventilazione, evitando, anche, nel possibile di uscire nelle ore di punta dove il sole si sente in maniera più rilevante. Anche il viaggio in auto non comporta alcun tipo di rischio con le giuste precauzioni. Basterà sistemare l’apposito ovetto in un punto dove non rimanga esposto a temperature eccessive.

Si deve anche fare attenzione all’abbigliamento del bambino. Infatti, è necessario coprire la pelle del neonato per evitarne il contatto diretto col sole, facendo però attenzione a non esagerare, utilizzando indumenti leggeri in fibra naturale e di colore chiaro per non attirare il calore. Non è necessaria neanche una grande scorta di acqua per il bambino, che trova un livello già soddisfacente di liquidi e calorie nel latte materno, non avendo bisogno, quindi, di dover assumere liquidi in quantità elevata.

L’unica limitazione vera e propria sta nella raccomandazione di non far entrare il neonato a contatto con l’acqua, il motivo principale è la condizione igienica dell’acqua, che potrebbe non essere idonea per un bambino di poche settimane, maggiormente vulnerabile ad eventuali batteri.

Pur non essendo indispensabile nel caso si eviti di esporre direttamente il bambino al sole, si può ricorrere anche all’utilizzo di creme solari per proteggere la pelle, evitandone un sovradosaggio e utilizzando creme che siano altamente filtranti e non troppo oleose, così come, in caso di presenza di insetti, è preferibile utilizzare il più possibile zanzariere, piuttosto che ripiegare su fornelletti e repellenti per insetti che contengono sostanze pericolose.

Per l’acquisto degli accessori necessari ci si può rivolgere anche al mercato web, dove si possono trovare prezzi vantaggiosi senza perdere in qualità, ad esempio sui portali dedicati alle varie tipologie di prodotti per bambini come bimbomarket.it si può avere la possibilità di acquistare a prezzi bassi in tutta sicurezza prodotti di qualità, che non deve essere mai tralasciata quando si tratta della salute del bambino.

Con l’arrivo del grande caldo non ci sono località che si devono precludere a priori al proprio neonato. Sarà sufficiente organizzarsi con le dovute precauzioni per poter trascorrere l’estate col proprio bambino senza rinunciare a nessun tipo di meta.